12/12/2018
direttore Renzo Zuccherini

Home >> I nodi al pettine

I nodi al pettine
Il segnale inequivocabile di questo andazzo rimane sempre l'aumento costante delle bollette nonostante siano già tra le più alte d'Italia

Quanti nodi dovranno venire al pettine ancora? In questa storia infinita di malagestione dei rifiuti in Umbria l'ultima inchiesta, in ordine di tempo, è di questi giorni dei carabinieri forestali nei confronti di Tsa e Gesenu per truffa aggravata, gestione illecita di rifiuti e violazione alle prescrizioni dell'autorizzazione integrata ambientale. Prima di questa una lunga lista di situazioni interessanti per la magistratura che fanno dubitare, anche al più candido tra i cittadini, della buona fede nella gestione dei rifiuti. Per non parlare poi della gestione secondo i criteri dell'economia
circolare.
Il segnale inequivocabile di questo andazzo rimane sempre l'aumento costante delle bollette nonostante siano già tra le più alte d'Italia. Non si fanno economie in favore dei cittadini, ma si chiede loro sempre di più e francamente le condizioni della città non sembrano esemplari.
Intanto si apprende dalla stampa che la Presidente della Regione ha convocato i sindaci delle maggiori città umbre perché non stanno attuando le direttive regionali, e l'Auri a che serve?
Appena nata e già scavalcata?
Il comune di Perugia, capoluogo di regione, se da una parte dà seguito alla delibera rifiuti zero istituendo l'Osservatorio, poi sul piano dei costi e della gestione non sembra avere l'ultima parola rispetto al gestore ed è sempre presente la sensazione di precipitare nella condizione di emergenza per giustificare gli extra costi.
Insomma, siamo preoccupati da questo insensato gioco al massacro, soprattutto sapendo che in Umbria abbiamo impianti teoricamente in grado di trattare abbondantemente tutti i rifiuti prodotti.




Coordinamento Regionale Umbria Rifiuti Zero

Inserito domenica 11 novembre 2018


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4383229