24/01/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Sulla Scap a Torgiano

Sulla Scap a Torgiano
Ci chiediamo come questa Amministrazione comunale metta a rischio la vocazione turistica e lo sviluppo sostenibile e ambientale di questa Comunità

A seguito della riunione tenutasi ieri alle ore 21,00 presso la Sala Sant’Antonio di Torgiano, dove l’Amministrazione comunale ha finalmente chiarito i termini dell’operazione urbanistica richiesta dalla piu’ nota famiglia di imprenditori di Torgiano, titolari di un’azienda vitivinicola che porta il nome di Torgiano e della sua d.oc.g. nel mondo.

Si tratta dello spostamento da Ponte San Giovanni del vecchio deposito di carburanti, altra attività della già citata famiglia, nell’area della Cantina posta all’ingresso del Comune di Torgiano e biglietto da visita della nostra comunità.

Nel dettaglio il progetto consentirebbe la costruzione interrata di 10 cisterne per lo stoccaggio di carburante e il rifornimento delle autobotti per il trasporto del carburante stesso.

A questo progetto noi diciamo NO….perche’ snatura la vocazione enogastronomica, turistica e ricettiva di questo territorio, la cui superficie e’ vincolata per l’80% con una visione innovativa e lungimirante che deriva dagli ’90 ed ispirata ed incentivata anche dal Capostipite della famiglia.

Diciamo NO perché nonostante , il rispetto delle normative sulla sicurezza, gli accorgimenti tecnico – ambientali all’ingresso del centro abitato ed all’interno della notissima Cantina la collocazione di depositi di carburante desta forte preoccupazione per la sicurezza dei cittadini e lede l’immagine del nostro territorio come realtà dei “ Borghi piu’ Belli” e per la sua fama di turistica come terra del vino e dell’olio .

Diciamo No perché nessuna contropartita economica ne’ in termini occupazionali né di sviluppo futuro sono presenti in questa operazione.

Diciamo NO perché lede i diritti e la tranquillità dei cittadini che risiedono in prossimità delle cantine.

Ci chiediamo come questa Amministrazione comunale metta a rischio la vocazione turistica e lo sviluppo sostenibile e ambientale di questa Comunità.

Altre volte ci hanno provato ma la cittadinanza ha avuto la forza di fermare operazioni di questo tipo sarà nostro impegno combattere sia in Consiglio comunale tramite i consiglieri Raspa e Peppicelli, presenti ieri e che hanno ribadito la nostra netta condanna del progetto posto in essere dall’imprenditore con l’appoggio del Sindaco Nasini, sia sollecitando Enti sovraordinati, come Provincia e Regione, sia con la forte sensibilizzazione della cittadinanza per dire no a questa svendita dell’identità e della vocazione del nostro territorio.



Circolo Pd di Torgiano


Inserito martedì 11 dicembre 2018


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4460409