23/01/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Arconi: lo scempio compiuto

Arconi: lo scempio compiuto
Il sopralluogo dei consiglieri comunali rivela la pesantezza dell'intervento sul monumento simbolo del governo repubblicano del Comune medievale


Una delegazione di consiglieri comunali si recata ad un sopralluogo sul cantiere degli Arconi al Pincetto.

Agli occhi dei consiglieri si presentata in tutta la sua crudezza la pesantezza di un intervento su un monumento medievale che avrebbe meritato ben altra valorizzazione.

Come si sa, gli Arconi furono realizzati dal Comune medievale per sostenere l'ampliamento della Piazza, poi detta del Sopramuro, e cio per ampliare gli spazi destinati all'incontro e allo scambio popolare. Dunque gli Arconi rappresentano il monumento simbolo del governo repubblicano del Comune medievale.

L'intervento sugli Arconi era stato progettato dalla giunta Boccali, e la nuova Giunta avrebbe potuto benissimo cancellarlo. Oltre 1500 firme furono raccolte per scongiurare questo scempio. Ma la giunta Romizi ha ripreso e peggiorato il progetto, "per non perdere i finanziamenti". Tra i mggiori fautori dello scempio abbiamo visto i cosiddetti "civici" della giunta.

Cos, per non perdere i finanziamenti, abbiamo perduto un monumento cittadino.




Inserito mercoled 12 dicembre 2018


Commenta l'articolo "Arconi: lo scempio compiuto"

Commenti

Nome: Claudio Belladonna
Commento: Il fatto che il progetto delle amministrazioni precedenti prevedesse una biblioteca come quello attuale non vuol dire che siano uguali. Il primo era completamente diverso e a parte la base di cemento che serve per ancorare smontabile REVERSIBILE, quello attuale non solo pi impattante, pi brutto ma con tutto quel cemento procura danni IRREVERSIBILI, come ha scritto in altro post Monella.

Nome: Costanza Ciabatti
Commento: I libri non sono il problema il problema tutto quel cemento, le colonne di cemento attaccate al muro, gli squarci che si vedono. Che c'entrano i libri. C'entra il CEMENTO voluto da Romizi, Barelli

Nome: Francesca Berioli
Commento: Dire che questo sia il progetto della precedente giunta falso. Il progetto di prima era diverso senza cemento di vetro legno e ferro smontabili. Poteva non piacere ma non scempiava definitivamente gli arconi come questo. Questo progetto figlio di Romizi e Barelli. -- N.d.R.: Dire che il progetto originario era stato proposto dalla giunta precedente non falso, forse non dettagliato negli aspetti tecnici ma l'idea di fare una biblioteca dentro gli Arconi (con tutto ci che comporta in termini di strutture di servizio, incassi, appoggi cementizi ecc.) era stata presentata da Boccali; poi questa giunta ci ha aggiunto la superefetazione dei gabbiotti e la colata di cemento.

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4459467