23/10/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Arriva il Bartoccio!

Arriva il Bartoccio!
Sabato 9 febbraio il Bartoccio attraverserà il centro di Perugia su un carro tirato da buoi, e promette che lo farà con qualsiasi tempo: “Acqua neve o vento, il Bartoccio ariva ‘n centro!”, con la Filarmonica di Spina e i figuranti contadini di Civitella d'Arna

Dopo il rinvio di una settimana, dovuto alla pioggia di sabato scorso, si ripropone il corteo del Bartoccio su un carro tirato da buoi. La Società del Bartoccio infatti ha voluto far rinascere un’altra grande tradizione carnevalesca, in uso fino all’800 e forse ai primi del Novecento, e poi dimenticata: l'arrivo in città del Bartoccio su un carro tirato da buoi.

 

E un vero carro tirato da buoi porterà, sabato 9 febbraio, il Bartoccio nel centro di Perugia, e dal carro il Bartoccio declamerà le sue graffianti Bartocciate.

   

Un corteo di suoni, colori e figure accompagnerà il Bartoccio nel suo ingresso trionfale in città, quando si recherà dal Sindaco di Perugia per ricevere le chiavi della città e diventare “re del Carnevale perugino”.

 

Con il carro del Bartoccio, infatti, attraverseranno il centro di Perugia le musiche della banda della Filarmonica “G. Verdi” di Spina, con l’esibizione delle majorettes per l’occasione denominate “le Bartoccine”, e i figuranti contadini della Festa delle Campane di Civitella d’Arna.

 

Sul carro, il Bartoccio, impersonato dall’attore Graziano Vinti, leggerà la “Bartocciata per il 2019” e altre sferzanti bartocciate, di cui faranno le spese gli amministratori e i politici, senza risparmiare nessuno.

 

Sul grande portale del Palazzo dei Priori, il Sindaco di Perugia consegnerà al Bartoccio le chiavi della città: così il Bartoccio potrà autoproclamarsi “re del carnevale” e stabilire la sua legge, che ordina a tutti di divertirsi, mangiare bere e far l’amore, e soprattutto farsi beffe dei potenti.

 

Questo il programma della giornata :

 

Sabato 9 febbraio, da Piazza Italia

 

ore 16,00 Corso Vannucci, Corteo con carro e buoi: Ingresso del Bartoccio in città, con la Banda e le majorettes ”le Bartoccine” della Filarmonica “G. Verdi” di Spina diretta dal m° Andrea Cavallucci, il Gruppo Folk La Frullana di Pietralunga, e con la partecipazione dei figuranti di Civitella d’Arna. Il Bartoccio è Graziano Vinti

 

ore 17,00 Portale del Palazzo dei Priori in corso Vannucci, Il Sindaco di Perugia consegna al Bartoccio le chiavi della città

 

E inoltre:

 

ore 20,00, Pro Ponte, via Tramontani 5, Ponte San Giovanni: cena e spettacolo Bartoccio e i suoi amici, di e con Graziano Vinti, musiche di Marcello Ramadori e Luigi Cordidonne

 

 

 

Corteo della Festa delle Campane di Civitella d’Arna

 

La Proarna, ormai da qualche anno, presenta in corso Vannucci a Perugia, la “Festa delle Campane e del Dialetto Perugino” in programma a Civitella d’Arna nell’ultima decade di agosto. Il corteo dei figuranti della Festa delle Campane, rappresenta uno spaccato di vita di metà ottocento, quando a Civitella vennero fuse ben 13 campane dai fonditori Sini di Acquapendente di Viterbo.

 

Il gruppo che sfilerà sabato 9 febbraio a Perugia, sarà composto dal conte Giustiniano Degli gli Azzi con la moglie Giulia, che nel 1850, anno della fusione delle campane, erano i proprietari del castello di Civitella, dal parroco del tempo don Francesco Baldelli, dai fonditori Giambattista Sini e dai figli Pietro e Teodoro, da due guardie e da un nutrito gruppo di contadini, uomini, donne e bambini/e per un totale di circo 30/35 persone, che rappresentano la vita rurale di metà ottocento, come viene riproposto da anni nell’ambito dell’omonima festa. 

 

 

 

Le altre iniziative del fine settimana:

 

Venerdì 8 febbraio, ore 17,00, da Umbrò, via S. Ercolano 3: La musica tradizionale oggi in Umbria, conferenza- ascolto-proiezione di Giancarlo Palombini

 

Il prof. Palombini, etnomusicologo della scuola di Tullio Seppilli, fa il punto sulla presenza e l'importanza della musica popolare oggi in Umbria, in tutte le sue forme, dai gruppi spontanei ai canti di questua, dalle danze tradizionali ai nuovi gruppi di ricerca e riproposizione.

 

La sua conversazione sarà arricchita da registrazioni audio e video, immagini e racconti.

 

 

 

Domenica 10 febbraio, ore 17,00, al Teatro L. Bonucci di Colombella, replica dello spettacolo Bartoccio e i suoi amici, di e con Graziano Vinti, musiche di Marcello Ramadori e Luigi Cordidonne

 


Inserito venerdì 8 febbraio 2019


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4868229