26/05/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il Tevere fra scontro pubblico-privato e discarica

Il Tevere fra scontro pubblico-privato e discarica
Per la parte nord c'è lo scontro perdente fra l’Amministrazione Comunale e le aziende a rischio cresciute sulle sponde; la parte sud rimane abbandonata e considerata solo di servitù per l’apertura di attività estrattive

Dalla stampa sappiamo che “ad aprile si chiuderà la Conferenza dei Servizi che dovrebbe dare il via libera al progetto per riqualificare la pista ciclo-pedonale da Villa Pitgnano a Ponte San Giovanni”.

Ovviamente tutto quello che serve per recuperare e valorizzare il corso del Tevere lungo il territorio comunale è lodevole. Il fiume ha un’ importante funzione nell'equilibrio idrogeologico del territorio, ha una forte valenza storico-culturale e paesaggistica, e un tempo fu fonte di sviluppo anche economico per le popolazioni interessate.

Purtroppo quello che ancora non va bene è il fatto che si continui a dimenticare la parte che va da Balanzano a San Martino in Campo e addirittura fino alla confluenza con il Chiascio nel torgianese. In altre parole quel progetto di Parco Fluviale Territoriale Comunale presentato ufficialmente alla cittadinanza nella Festa Grande del 20 giugno 1986 ancora non viene preso veramente in considerazione, ma solo sempre ripetuto nei programmi elettorali, viene dimenticato.

Quello che risulta per la parte nord è lo scontro perdente fra l’Amministrazione Comunale e le aziende a rischio cresciute sulle sponde che possono rappresentare eco-mostri inguardabili e pericolosi per la salute pubblica.

Mentre la parte sud rimane abbandonata e considerata solo di servitù per l’apertura di attività estrattive le cui cave abbandonate a cielo aperto vennero riempite dei rifiuti urbani negli anni ’80 quando fu chiusa la centrale di trattamento di Ponte Rio, l’accumulo di materiale inerte, fino all'occupazione privata delle aree demaniali comprese quelle golenali.

Ecco quello che in sintesi rimane di un vecchio progetto che approvato dall'Amministrazione Comunale è stato completamente disatteso.



Lauro Ciurnelli

Inserito venerdì 15 febbraio 2019


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4656834