22/08/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> I nonni di Fontenuovo tornano bambini

I nonni di Fontenuovo tornano bambini
Con il progetto “Mi ritorni in mente” promosso della Fondazione Fontenuovo Onlus di Perugia


 Canti, balli e tante risate sono stati i protagonisti del laboratorio che ha visto i nonni di Fontenuovo alle prese con una trentina di scalmanati bambini dell Scuola d’infanzia “Il Tiglio” di Perugia, durante un incontro che si è svolto presso la Fondazione Fontenuovo. Iniziativa questa che rientra nelle attività promosse in occasione della quarta edizione della “Settimana del Cervello Umbria”, con una serie di convegni, seminari e laboratori ed esperienze pratiche tenute da specialisti e rivolti a tutta la popolazione per far conoscere l’organo ad oggi più studiato e meno conosciuto: il cervello.

«Una giornata questa – ha sottolineato Laura Marconi, insegnate della Scuola d’infanzia “Il Tiglio” - che rientra nel nostro progetto educativo/didattico incentrato proprio sul contatto. I nonni di Fontenuovo sono stati i protagonisti insieme ai bambini e si sono divertiti in canti e balli, superando anche i propri limiti fisici e mentali.»

Questa iniziativa è anche all’interno del progetto “Mi ritorni in mente” promosso e realizzato da Fontenuovo Residenze per Anziani FONDAZIONE O.N.L.U.S. con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia.

«L’obiettivo di giornate come questa – ha spiegato Catia Passeri, Assistente sociale di Fontenuovo – è quello di dare risalto all’integrazione sociale e all’intergenerazionalità. C’è stato uno studio di equipe per cercare il modo giusto per far interagire i nonni con i bambini. Un equipe di professionisti formata da: la psicologa Rachele Stacchiotti; la psicomotricista funzionale Verusca Rossi; Francesco Delicati, arte terapeuta.»

Il progetto “Mi ritorni in mente” si rivolge alle persone anziane, residenti al proprio domicilio o ospite di strutture del territorio e ai loro familiari, che possono prendere parte gratuitamente a due incontri settimanali di attività psicosociali integrate volte a contrastare il declino cognitivo e l'isolamento sociale. Un progetto questo che mette l'arte al servizio dell’integrazione, con un programma di rappresentazioni teatrali e musicali a cadenza mensile e ingresso libero, con artisti e compagnie del territorio per offrire a giovani di ieri e di oggi un pomeriggio di socialità all'insegna del divertimento e dell'allegria.

«Questo incontro con i bambini è molto importante per me e per la Fondazione – ha sottolineato Orfeo Ambrosi, Presidente della Fondazione Fontenuovo – perché si basa proprio sui concetti dell’intergenerazionalità e dell’integrazione sociale, temi sui quali lavoriamo molto e lo facciamo anche attraverso un evento che realizziamo ormai da quattro anni “NONHOL’ETA”, che quest’anno si svolgerà il 17 e 18 maggio. Un evento che vuole evidenziare che le emozioni non hanno età e che le generazioni si incontrano e si devono incontrare per il bene di ognuno.»


Mariangela Taccone
Tel: 328 6729321

Posta el.: mariangela.taccone@gmail.com




Inserito venerdì 5 aprile 2019


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4773281