27/05/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Mario Grecchi

Mario Grecchi
Siamo scesi nella piccola cripta dove era conservato il palo al quale venne legato e fucilato. Con stupore e preoccupazione ci siamo accorti che il palo non si trova più là

In occasione del Primo Maggio siamo andati, come nostra abitudine, a portare un garofano rosso alle tombe di perugini che nella vita si sono impegnati per il nostro Paese e la nostra città stando dalla parte della Giustizia, l'Uguaglianza e la Libertà.

Un fiore, naturalmente, non poteva mancare al monumento a Mario Grecchi, siamo scesi anche nella piccola cripta dove sapevamo essere conservato il palo al quale venne legato e fucilato.

Volevamo pensare al sacrificio di un ragazzo di appena diciotto anni, rivolgergli un pensiero e ricordare, nel silenzio e in silenzio, la commovente lettera che Mario scrisse alla madre al babbo ed ai fratelli:

“Mamma, papà, fratelli, vi lascio terribilmente addolorato per non avervi potuto rivedere. Perdonatemi se vi ho procurato qualche dispiacere. Vi ho sempre voluto tanto bene. Perdonate quest'ultimo male e inviatemi la vostra Santa benedizione. Muoio con la sicurezza di non aver fatto mai male a nessuno. Pregate per me. Per sempre vostro Mario”.

Con stupore e preoccupazione ci siamo accorti che il palo non si trova più là. Non sappiamo cosa sia successo: se è in restauro, o custodito in luogo sicuro. Sappiamo però che è il cimelio più importante della Resistenza perugina, possiamo solo chiedere al sindaco Andrea Romizi dove si trovi ora sicuri di trovare risposte rassicuranti.

(nella foto, scattata in passato, il palo ancora al suo posto)



Cesare Barbanera e Vanni Capoccia

Inserito giovedì 2 maggio 2019


Commenta l'articolo "Mario Grecchi"

Commenti

Nome: Andrea Misiani
Commento: E' l'Anpi che deve intervenire, deve pretendere una risposta e così anche la cgil. Cosa aspettano

Nome: Claudio Belladonna
Commento: Anche questo XX Giugno le associaszioni dovrebbero ricordare questo palo di legno e chiedere che dicano che fine ha fatto. E' inconcepibile il silenzio, mica è un palo qualsiasi è prezioso per la Perugia democratica e laica. Secondo me il sindaco uscente tace perché così vuole la Lega di cui è ostaggio

Nome: Costanza Ciabatti
Commento: L'Anpi deve costringere il sindaco a sporgere denuncia qualora non venga ritrovato

Nome: Paolo Benedetti
Commento: Credo che andrebbe avvertita l'Anpi in modo che faccia un'indagine o una richiesta dichiarimenti al sindaco

Nome: Francesca Berioli
Commento: Pd, Sinistra cosa hanno da dire, e l'Anpi penso debba intervenire

Nome: Giap
Commento: L'Anpi di Perugia, provinciale e regionale lo sanno? Quel palo va ritrovato

Nome: Dori Verde
Commento: Il sindaco uscente lo aveva in custodia, lui deve sapere dove si trova

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4657267