20/09/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Dov'è il palo della fucilazione di Mario Grecchi?

Dov'è il palo della fucilazione di Mario Grecchi?
Sono certo che già vi siate attivati per sapere cos'era successo e vi pregherei di informare su dove si trova ora quel cimelio

Ho inviato una mail al sindaco Romizi e all'asssessore Waguè per sapere che fine ha fatto il palo cui legarono per fucilarlo il Partgiano diciottenne Mario Grecchi. Se risponderanno vi informerò:

Egregio Sindaco Romizi, egregio Assessore Waguè,

il giorno 30 aprile sono andato al Cimitero Monumentale per portare un fiore alla tomba di Mario Grecchi. Come sempre sono sceso nella cripta per rivolgere da fuori un pensiero al nostro giovane Partigiano.

Come sapete venne tenuto in vita con trasfusioni non per salvarlo ma per poterlo fucilare, aveva 18 anni, Il palo cui lo legarono era conservato in questa cripta sotto il Monumento a lui dedicato con una targhetta metallica che spiegava cos'era.

Ho notato con sorpresa che il palo non si trovava più lì, recentemente sono tornato per verificare ed ancora non era al suo posto. Faccio notare che il cancello che lo proteggeva è chiuso e non dà segni di infrazioni.

Insieme a Cesare Barbanera abbiamo dato notizia della cosa alla stampa sperando che arrivasse a voi, stessa cosa ha fatto successivamente la società di Mutuo Soccorso. Ma non c'è stato nessun riscontro.

Capisco che ora abbiate altri impegni ma sono certo che vi rendiate conto che è il cimelio più importante e più caro della Resistenza perugina. È un monumento della nostra Resistenza, vi è stato affidato dai vostri predecessori affinché voi lo affidiate a chi vi succederà, anche a voi stessi se verrete rieletti.

Mi hanno detto che alcuni dei presenti questo 25 Aprile alla cerimonia ufficiale al Cimitero, allarmati dalla mancanza del palo, già l'avevano fatto notare ai presenti.

Sono certo che già da allora vi siate attivati per sapere cos'era successo e vi pregherei di informare su dove si trova ora quel cimelio.

Rassicurando così quella parte di cittadinanza, della quale sono certo sentiate di far parte anche voi, che sente quel palo come una cosa preziosa che fa parte della storia e dell'anima della nostra città.

Distinti saluti

P.S.: Allego foto di una fotografia nella quale si vede il cimelio al suo posto, ritenendo che i cittadini debbano essere informati su cosa sia successo renderò pubblica questa mail e la risposta che, spero rassicurante, invierete.




Vanni Capoccia

Inserito venerdì 10 maggio 2019


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4821007