20/07/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> È tramontato in Umbria il sol dell'avvenire?

È tramontato in Umbria il sol dell'avvenire?
Un augurio elettorale: si ritorni alla politica come servizio e non come raggiungimento di un successo miseramente personale che non ha futuro

Le vicende, che stanno travolgendo la sanità pubblica regionale fino a costringere la governatrice a rassegnare irrevocabili dimissioni, tanto che si prevedono elezioni anticipate in autunno, sono condannabili senza ricorrere ad equilibri legali.

Le responsabilità colpiscono soprattutto una forza politica erede più o meno diretta di quel partito che raggiunse il momento storico più fecondo avendo fatto della diffusione della questione morale una specie di missione.

Eppure oggi vediamo che il fenomeno corruttivo è molto diffuso anche nelle periferie come la nostra, e stando alla stampa, dove agiscono seguaci di politici disonesti della città capoluogo. Tanto da distruggere anche quella ricerca di un impegno libero e democratico in un passato i cui risultati sono ancora visibili, ma sempre più lontani.

Così, ad esempio anche la nostra principale ricchezza, il paesaggio, è esposta ad interessi speculativi fondiari senza che nessuno abbia la forza di ribellarsi.

Rimane un augurio elettorale a che si ritorni alla politica come servizio e non come raggiungimento di un successo miseramente personale che non ha futuro.

 



Lauro Ciurnelli


Inserito domenica 12 maggio 2019


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4732873