11/12/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Apre a Gaza la prima Gelateria Sociale

Apre a Gaza la prima Gelateria Sociale
Alla presenza delle istituzioni locali e dei piccoli della Terra dei Bambini si è svolta la cerimonia di inaugurazione della prima Gelateria Sociale di Gaza

Una giornata di festa quella di mercoledì 16 ottobre nel centro di Gaza: la prima Gelateria Sociale è finalmente una realtà! La cerimonia di inaugurazione è iniziata con  il taglio del nastro da parte di Giulia Schirò, country manager di Vento di Terra, e Jaber Wishah, presidente della Palestinian Women Development Society.

Dopo il taglio del nastro la giornata è proseguita all’hotel Marna House per i discorsi delle cariche istituzionali.

Il primo intervento è stato di Cristina Natoli, direttrice dell’Agenzia italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, che ha citato il lavoro svolto dall’AICS nella Striscia di Gaza finanziando diversi progetti come Peace Steps, realizzato da Vento di Terra Ong, e Green Hopes, realizzato dalla ONG ACS. È stata lieta di vedere il risultato finale dell’iniziativa Gelateria Sociale. A seguire, Giulia Schirò ha presentato gli obiettivi e i beneficiari del progetto, spiegando in che modo questo aiuterà ad aumentare la conoscenza dell’impresa sociale nella comunità palestinese e in che modo il sistema di gelato sociale aiuterà a sostenere i giovani e migliorare le opportunità di lavoro. Ha sottolineato l’importanza di garantire la sostenibilità della start-up come impresa sociale.

Alla cerimonia era presente anche Ambrogio Manenti, esperto di Vento di Terra nella Gelateria Sociale, che ha spiegato il suo ruolo nel progetto e come sta monitorando la qualità della produzione. Ha sottolineato il prezioso supporto dell’azienda Carpigiani nella fornitura di macchine per la produzione di gelati di buona qualità e che la produzione di Gaza mira ad essere equivalente alla produzione italiana di Gelato.

Durante i discorsi il gelato è stato distribuito a oltre 100 partecipanti con più di 12 gusti, tra cui fragola, menta limone, nocciola, cioccolato, biscotti, Nescafè, panna, noci, cannella, pistacchio, arachidi e nutella.

L’ingresso del negozio e il negozio stesso erano colorati con i colori della bandiera italiana e della bandiera palestinese. All’interno è stato messo un tavolo in cui le persone hanno potuto lasciare un “Gelato Sospeso” (i venditori hanno spiegato questa opportunità ai partecipanti alla cerimonia). Alla fine della cerimonia erano 7 i Gelati sospesi e per mostrarli sul tabellone sono state usate le forme del gelato create dai bambini di Um la Nasser!
In un angolo all’ingresso del negozio, sono anche stati esposti alcuni prodotti freschi degli agricoltori che riforniscono la Gelateria Sociale (guava e datteri).
Un’altra presenza speciale ha colorato la giornata: il Bibliotuktuk, che con i suoi racconti animati ha fatto sorridere 25 bambini della scuola materna del villaggio di Um Al Naser. Alla fine della mattinata anche i bambini hanno assaggiato il gelato!

Tra i partecipanti alla cerimonia erano presenti rappresentanti del Ministero degli interni, dell’economia e della salute palestinesi, ONG nazionali (Kanaan Institute, Zeina cooperativa, Zeina ngo, Terra dei Bambini di Um al Nasser), agricoltori e allevatori di bestiame (che forniscono le materie prime), agenzie di stampa e TV (Canale Al Jazeera, quotidiano al ayyam, altri giornalisti), i sindaci di Gaza City, Al Burij e Al Nusairat, NGOS internazionali.

La Gelateria Sociale di Gaza fa parte del circuito Gelateria Sociale Network, una rete di gelaterie sociali realizzate a livello internazionale e nazionale dalla Cooperativa Sociale NIW – New Ideas of Welfare. Fanno parte del network: la Gelateria Sociale del Cairo; la Gelateria Sociale “Dolce Futuro” realizzata ad Amman con Vento di Terra; la Gelateria Sociale “Cremeria Capodimonte” realizzata nel Rione Sanità a Napoli con la Fondazione San Gennaro; il Bar Gelateria Sociale “Ero Straniero” realizzato a Milano con la Fondazione Casa della Carità Don Angelo Abriani.
La rete nazionale ed internazionale delle gelaterie sociali è nata anche grazie al supporto tecnico della ditta e della Fondazione Carpigiani, che hanno svolto un ruolo di rilievo nella scelta dei macchinari e nella formazione del personale affinchè i principi di equità sociale sposino la qualità del prodotto italiano – good quality for all.



Vento di Terra Ong


Inserito giovedì 24 ottobre 2019


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4944937