14/11/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La petizione dei Molini di Fortebraccio

La petizione dei Molini di Fortebraccio
La Petizione riguarda i rischi per la salute e l’ambiente generati dalla Distilleria e dagli altri impianti insalubri che hanno influenza sugli abitati e territori intorno al Tevere perugino

Mercoledì 6 novembre la sala era piena. L’appuntamento dato mercoledì 30 ottobre dal Comitato Molini di Fortebraccio ai numerosi partecipanti all’assemblea di aggiornamento sulla situazione della Distilleria è stato recepito da molti. Il programma della serata prevedeva l’illustrazione dei 4 punti di cui si compone la petizione e l’organizzazione per la raccolta delle firme.

La Petizione riguarda i rischi per la salute e l’ambiente generati dalla Distilleria e dagli altri impianti insalubri di prima classe che hanno influenza sugli abitati e territori intorno al Tevere perugino tra Villa Pitignano e Ponte S. Giovanni. In sintesi si chiede l’applicazione della normativa e la promozione di azioni positive tramite realizzazione di un Ecodistretto.

La sottoscrizione è aperta a tutti: i residenti, i numerosi frequentatori del percorso verde lungo il Tevere e dei nostri bravi artigiani e commercianti, le Associazioni e Comitati. 

Per richiedere informazioni e acquisire il testo della petizione e il modulo, scrivere a comitato.molinidifortebraccio@gmail.com, rilasciando un vostro recapito telefonico per gli aggiornamenti di consegna. E’ disponibile anche la chat su WhatsApp “PETIZIONE Distilleria” a cui potete iscrivervi per aggiornarsi.

Per facilitare la sottoscrizione è possibile firmare on line su Change.org al seguente indirizzo: http://chng.it/BgQsbLRHkz.

Ci siamo dati un mese di tempo, poi inviteremo la Giunta e i consiglieri comunali a Ponte Valleceppi per la consegna delle firme e un loro impegno concreto.




Comitato molini di Fortebraccio

Inserito venerdì 8 novembre 2019


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4900955