22/01/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Le mani della 'ndrangheta sull'Umbria

Le mani della 'ndrangheta sull'Umbria
A Perugia ci sarà bisogno di una politica, un'informazione e un'opinione pubblica che siano veramente all'altezza e consapevoli della situazione. Certamente non ci sarà bisogno di un sindaco temporeggiatore

Nelle indagini sulle infiltrazioni della 'Ndrangheta in Umbria stanno emergendo notizie inquietanti sul ruolo di primo piano avuto da una cosca su passate elezioni comunali a Perugia e sul controllo che le cosche esercitavano sull'economia regionale.

Se confermate a Perugia ci sarà bisogno di una politica, un'informazione e un'opinione pubblica che siano veramente all'altezza e consapevoli della situazione, perché ne va del tessuto sociale della città.

Capendo che mentre concentravano la loro attenzione, spesso in modo ossessivo, su fatti di piccola criminalità o di semplice maleducazione, la 'ndrangheta metteva le mani sull'economia dell'Umbria, la riforniva di droghe, allungava i suoi tentacoli sul capoluogo fino a lambire, a quanto riportano alcuni quotidiani nazionali, la politica cittadina.

Certamente non ci sarà bisogno di un sindaco temporeggiatore, ma di una persona decisa che diventi un punto di riferimento per tutti i cittadini guidandoli e rassicurandoli con la sua fermezza nella lotta alla mafia.



Vanni Capoccia

Inserito sabato 14 dicembre 2019


Commenta l'articolo "Le mani della 'ndrangheta sull'Umbria"

Commenti

Nome: Claudio Belladonna
Commento: Oggi uomini incappucciati a Terni hanno incendiato un bar. Ci vorrebbero due Consigli comunali grandi da tenere in contemporanea uno a Perugia e uno a Terni

Nome: cesare barbanera
Commento: Soprattutto c'è bisogno di una stampa e di una informazione locale che tenga informata l'opinione pubblica con coraggio su quanto portato alla luce dai giudici calabresi.

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5000400