29/02/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> No alla guerra

No alla guerra
La guerra va bandita dalla storia e deve diventare un tab¨

Eravamo stati facili profeti nel fare i nostri auguri per il nuovo anno a parlar male di Trump ed Erdogan oltre ad altri loro compari quali Bolsonaro, Orban ecc...

Per loro la guerra Ŕ un utile strumento per guadagnare consenso trovando un nemico e distogliendo l'attenzione dai loro problemi interni, fare profitti attraverso le industrie militari e detenere le fonti e le vie del petrolio.

Per questo il califfo turco vuole mandare truppe in Libia rilanciando l'impero ottomano e massacrando i curdi, mentre l'imperialista americano non trova di meglio, senza consultare nemmeno le legittime strutture politico-militari statunitensi e gli alleati occidentali, che assassinare un eroe, piaccia o non piaccia, per gli iraniani innescando cosý una escalation che rischia di far deflagrare non solo il medio oriente ma anche altre aree del mondo.

Non a caso molti cittadini statunitensi in totale opposizione al loro folle presidente sono scesi in piazza per cercare di impedire una nuova guerra.

Anche noi dovremmo capire la pericolositÓ di ci˛ che Ŕ successo e mobilitarci per tentare di impedire le disastrose conseguenze della stupiditÓ e cecitÓ politica unita al gioco fanciullesco di chi Ŕ pi¨ duro e pi¨ forte facendo pagare ai popoli ed ai pi¨ deboli il prezzo pi¨ alto: quello delle loro vite.

La guerra va bandita dalla storia e deve diventare un tab¨.

Via Trump e tutti i suoi emuli e sostenitori.

- presidente circolo culturale "primomaggio"



Luigino Ciotti

Inserito mercoledý 8 gennaio 2020


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5045046