30/10/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> La Piazza di Perugia per George Floyd

La Piazza di Perugia per George Floyd
Una Piazza giovane, decisa, entusiasta

Otto minuti e mezzo con il pugno alzato.

Un tempo interminabile, carico di tensione, ma determinato, sereno.

Questo è stato il tempo in cui George Floyd è stato tenuto inchiodato a terra sotto un ginocchio, e questo tempo è stato ricordato anche a Perugia da una Piazza giovane, decisa, entusiasta.

L'onda dell'antirazzismo e della resistenza alla violenza ha raggiunto anche Perugia: sarà forse una moda, un'onda superficiale, ma è comunque un'onda rinfrescante in questi nostri tempi inquinati da nazionalismo, sovranismo, pulsioni autoritarie e incitamento all'odio.

L'avremmo voluta per i nostri Bianzino, per i tanti sopraffatti nelle nostre carceri, oppure per i tanti soffocati nel mare mentre si applaudiva il buffone che teneva chiusi i porti. L'onda è arrivata ora, per un morto lontano, e va bene lo stesso.

Ben vengano, ondate così. 




Inserito lunedì 8 giugno 2020


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5354678