11/07/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Bruciare rifiuti nelle cementerie di Gubbio?

Bruciare rifiuti nelle cementerie di Gubbio?
Una lettera all'assessore regionale che dichiara "di non avere idee precostituite in merito" ma che non si può ostacolare una richiesta legittima delle aziende

L'Assessore all'Ambiente Roberto Morroni, all'inizio dell'intervista rilasciata al giornalista del Messaggero, afferma di non avere idee precostituite in merito alla richiesta fatta dalle Cementerie di Gubbio di bruciare Css (combustibile solido secondario, cioè da rifiuti). Avendo sentito il suo  intervento in Consiglio regionale, abbiamo avuto l'impressione che invece non sia così. Ha affermato infatti, con molto calore, che non si può ostacolare una richiesta legittima (?) fatta dalle aziende, senza ledere i loro interessi.

Come Comitati che ci siamo sempre battuti sul territorio a tutela di salute e ambiente, dimostrando più volte di avere ragione, contrariamente a chi ci rappresenta e dovrebbe fare le nostre veci, ci uniamo al reclamo della nostra concittadina assisana Gigliola Santarelli e sottoscriviamo la sua pubblica lettera rivolta all'Assessore all'Ambiente, perché nulla di più vero delle sue parole:

"Se l'Assessore Morroni, rispondendo a un altro dei quesiti del giornalista, asserisce che il Css da bruciare nei cementifici non ha a che vedere con il nuovo piano regionale dei rifiuti, forse gli è sfuggito il significato di un termine che si chiama economia circolare.
O forse si è dimenticato che la sua delega riguarda anche la valorizzazione e la tutela dell'ambiente dell'Umbria?
Vorrei che ci spiegasse cosa intende quando dice: bruciare Css. Di cosa si tratta concretamente.
O ce lo spiegherà il Comitato tecnico scientifico che verrà nominato 'per fotografare la situazione attuale'?
Non sarebbe male venisse organizzato un corso di 'alfabetizzazione ecologica':potrebbe essere il momento opportuno!
Tra le altre dichiarazioni l'Assessore Morroni dichiara di voler costruire il piano su fondamenta solide.
Di cemento armato, Assessore?
Forse meglio di no, vista la sismicità della nostra Regione!
So che dal Coordinamento regionale rifiuti zero Umbria è stata trasmessa una proposta per il nuovo piano rifiuti.
Ne ha preso visione? Si incontrerà con i firmatari della proposta (comitati e associazioni di cittadini)?
D'altra parte proprio i cittadini, Lei compreso, sono i destinatari di scelte che, in democrazia, vanno prese in comune, confrontandosi per raggiungere un traguardo che va a beneficio di tutti, cominciando a mettere da parte l'economia del profitto.
Mai, come nell'emergenza che abbiamo sperimentato e stiamo ancora sperimentando, ne era stato dimostrato così chiaramente il fallimento!
E non vorremmo che si parlasse più di rifiuti, ma di risorse!"
Gigliola Santarelli

Comitato per la Tutela Ambientale della Conca Eugubina
Comitato No Antenna
Comitato No Css nelle cementerie di Gubbio
Comitato Salute Ambiente di Gubbio
Comitato per la salvaguardia del territorio di Fossato di Vico
Comitato Via Protomartiri Francescani di Santa Maria degli Angeli
Comitato per la tutela della salute e dell'ambiente di Valfabbrica
Atesu Associazione per la Tutela degli Ecosistemi e della salute Umana
Comitato i Molini di Fortebraccio di Ponte Valleceppi
Comitato Antipuzza Villa Pitignano Ponte Felcino Bosco e Ramazzano




Inserito mercoledì 24 giugno 2020


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5229700