21/10/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Ascensore, scale mobili... come spostarsi in centro

Ascensore, scale mobili... come spostarsi in centro
Perché vede sindaco, sopravvive ancora la possibilità della solidarietà, del rispetto del prossimo, di un barlume di speranza per il futuro… ma che sto dicendo continuo solo ad annoiarlo!

Grazie sindaco,
dopo sei mesi sono uscito di casa. Due amici, Goffredo Fofi e Piergiorgio Giacchè, parlavano di non violenza, disobbedienza civile, di Aldo Capitini e tante altre cose…non potevo mancare.
Sto aspettando di essere operato di nuovo al ginocchio sinistro, dopo una operazione non esattamente riuscita, per questo mi muovo a fatica con due stampelle, accompagnato fedelmente dal dolore. Questo non mi ha impedito di fare del tutto per essere presente.
Notazione logistica, io abito in via Boncambi. E’ già problematico per me arrivare in corso Vannucci, che dista dalla mia abitazione per circa 50 metri. Ma essendo io un ottimista disperato mi sono detto: certo faccio molta fatica a camminare e non sarà facile raggiungere la base delle scalette di Sant’Ercolano dove si svolge l’iniziativa! Però se raggiungo l’ascensore del Pincetto poi mi trovo un breve tratto pianeggiante e sono ai giardini di Sant’Ercolano, dov’è si svolge l’iniziativa promossa dall’edicola 518. Non voglio dilungarmi, arrivo al dunque, anche per non infierire ulteriormente su quel velo di tristezza e di noia che aleggia costantemente sul suo viso (mi auguro non per noia del suo mandato di primo cittadino), rotto solo da quei tristi sorrisi istituzionali.
Dunque non mi dilungo; l’ascensore del Pincetto era fuori servizio, mi avvio alle scale mobili e qui una ulteriore sorpresa, in discesa ne funzionava solo una, lei sa quante sono le scale mobili in quel percorso? Lei non immagina quanta fatica mi sono costate quelle scale, Sono sicuro di no! Lei lo sa che Perugia è stata conosciuta nel mondo anche per le scale mobili della Rocca Paolina, quale esempio di mobilità alternativa (in città come Perugia)? Sono sicuro di no! Sicuramente sa della loro esistenza, ma ignora certamente il valore legato agli spostamenti pedonali che possono fare a meno (o limitare) di quelli su gomma dando ossigeno ai centri storici. E infatti fa di tutto per togliere ossigeno al centro storico, è vero d’altronde che si fa tutto per desertificarlo.
Sono comunque, nonostante la sua amministrazione, riuscito a raggiungere i Giardini. Mi creda sindaco è stata una bellissima serata, anche se velata da un po’ di tristezza per come vanno molte cose a Perugia, in questo nostro (?) paese e nel mondo.
Non l’annoio raccontando le cose che si sono dette, tutte dette per cercare di migliorare se stessi e il mondo che ci circonda, di cercare nuove aggregazioni, nuove solidarietà e cosi via...
Perché vede sindaco, anche se il discorso lo annoia ulteriormente, il ritorno a casa è stato semplice, mi è venuta a prendere Luana, la madre di nostro figlio. Se questo non fosse stato possibile sono certo che qualcuno di quel centinaio di persone presenti mi avrebbe accompagnato a casa. Perché vede sindaco, sopravvive ancora la possibilità della solidarietà, del rispetto del prossimo, di un barlume di speranza per il futuro… ma che sto dicendo continuo solo ad annoiarlo!
Grazie ancora sindaco



Aldo Peverini

Inserito lunedì 29 giugno 2020


Commenta l'articolo "Ascensore, scale mobili... come spostarsi in centro"

Commenti

Nome: Vanni Capoccia
Commento: Farà - come il suo solito - finta di nulla?

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5344741