21/10/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> L'appello accorato di ringraziamento che giunge da Gubbio

L'appello accorato di ringraziamento che giunge da Gubbio
Basta logiche economiche lineari basate sull'inquinamento e il guadagno facile di oggi che comporterà un costo inaudito per il futuro!


Grazie a tutti coloro che hanno partecipato ieri all'assemblea pubblica a Gubbio sull'utilizzo dei rifiuti nel processo produttivo delle due cementerie (Colacem e Barbetti). È stato un momento di confronto e dibattito democratico come non avveniva da anni.
Ringraziamo i comitati che hanno organizzato, il cva di Semonte per aver messo a disposizione lo spazio, il Sindaco Stirati e la Vicesindaco Tasso, che sono intervenuti, il Dott. Vantaggi, l'Avv. Valeria Passeri, l'Avv. Paola Nuti, il Fondo mondiale per la natura (Wwf) con il suo ottimo Presidente Sauro Presenzini, le forze dell'ordine che sono venute a vigilare lo svolgimento dell'incontro e tutti i cittadini accorsi in gran numero nonostante la bellissima giornata di fine giugno.
Ringraziamo soprattutto la stampa locale sempre presente in massa, come al solito! Si fa per dire.
Non c'era nessuna testata locale nonostante fossimo più di 250 persone. È inutile domandarsi il perché! Sappiamo bene chi sono i proprietari delle testate locali quindi non ci aspettiamo che ora la libera informazione arrivi anche a Gubbio!
Grazie all'unico giornalista presente Giancarlo Piergentili.
La partecipazione dei cittadini fa la differenza! Sono anni che si bruciano porcherie nei cementifici e la gente muore. Dopo copertoni, pet coke che è un derivato della lavorazione  del petrolio, adesso pure la monnezza vogliono bruciarci! Ricordiamoci che il Css (Combustibile solido secondario) è immondizia, ed è costituito da vernici, pneumatici, scarti di pellame, fanghi, pellicole e altre sostanze, che se bruciate provocano gravissimi danni alla salute.
Adesso basta!
La città si è stufata di tutto questo! Gubbio resiste e si ribella.
Basta perseguire il profitto di pochi sulla pelle di molti!
La salute non ce la ridà nessuno, come ha ben espresso un cittadino, durante l'intervento del Presidente Fondo mondiale per la natura (Wwf) , mettendo in evidenza di aver subito 3 funerali nella sua famiglia in un ristretto frangente temporale.
I danni all'ambiente non si riparano nel tempo! Rappresentano un costo enorme per la collettività!
Basta logiche economiche lineari basate sull'inquinamento e il guadagno facile di oggi che comporterà un costo inaudito per il futuro! Questi giri di affari ci siamo stufati! Prima molti dormivano, ora si sono svegliati da questo incubo e vogliono alzare la testa!
Cittadini, non siamo noi a dover chinare la testa e ad avere paura! Paura la deve avere chi da anni sta inquinando la città e sta bruciando in modo immondo sostanze che producono metalli pesanti, diossina, polveri sottili cancerogene e che ora, per darci il colpo di grazia, vuole far diventare questa città la pattumiera dell'Umbria! Basta! Ne abbiamo avuto abbastanza!
 Aiutaci a condividere il nostro appello

https://m.facebook.com/groups/2741109882787286?view=permalink&id=2757012521197022



I Comitati Eugubini uniti contro i Css


Inserito martedì 30 giugno 2020


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5344866