28/11/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Le Frecce tricolori: una profanazione della vocazione di Pace di Assisi

Le Frecce tricolori: una profanazione della vocazione di Pace di Assisi
Ai frati del Sacro Convento: Tali esibizioni di aerei militari sono simboli di morte, gravemente inquinanti e costosi, forieri di guerra

Il sorvolo dell'aeronautica militare sui cieli di Assisi il 4 ottobre scorso è stato un atto di una gravità inaudita, una profanazione della vocazione di Pace della città di Assisi.

Tali esibizioni di aerei militari, nobilitati col nome di frecce tricolori o pattuglia acrobatica, sono simboli di morte, gravemente inquinanti e costosi, forieri di guerra, che non possono essere giustificati come spettacolo di omaggio a San Francesco.

Questi sorvoli sono stati pensati dai militari, dal ministero della difesa e dall'industria italiana Leonardo per promuovere la produzione e il commercio degli armamenti che Papa Francesco ha ripetutamente condannato. Sono sparvieri di fuoco il cui rombo fa tremare le abitazioni, spaventa le allodole care a Francesco, gli uccelli nel cielo e i bimbi sulla terra!

Sono insegne imperiali di un comando violento del mondo verso cui i cristiani non accettano di prostrarsi, bruciando i granelli di incenso sull'altare della guerra. Il Dio dei cristiani è il Dio della vita e rifiuta ogni forma di idolatria: "Forgeranno le loro spade in vomeri, le loro lance in falci; un popolo non alzerà più la spada contro un altro popolo, non si eserciteranno più nell'arte della guerra!", Isaia 2,4.

Rocco Altieri presidente del Centro Gandhi odv, via Santa Cecilia 30, Pisa
(da info@circoloprimomaggio.org)



Centro Gandhi

Inserito lunedì 26 ottobre 2020


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5395208