23/09/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il vaccino: in Umbria meno?

Il vaccino: in Umbria meno?
L'Umbria è la regione che avrà meno vaccini in assoluto in Italia: vuol dire che il rapporto personale sanitario popolazione in Umbria è il più basso in Italia

Questa è la cartina del piano distribuzione vaccini diviso per regioni. Le regioni più chiare avranno meno vaccini, le più scure più.

Come si può vedere i colori non variano d'intensità in base al numero della popolazione, tanto è vero che la Basilicata è una delle più scure, come scure sono Val d'Aosta e Molise.

Quindi, dovendo essere vaccinato per primo il personale sanitario è presumibile che il numero di vaccini distribuiti sia stato deciso in base a esso.

Se fosse così - essendo l'Umbria la regione che avrà meno vaccini in assoluto in Italia - vuol dire che il rapporto personale sanitario popolazione in Umbria è il più basso in Italia almeno tra le regioni più piccole.

Un primato del quale non si può andare fieri, ma un dato da correggere assolutamente.



Perugia, Umbria, Mondo

Inserito giovedì 24 dicembre 2020


Commenta l'articolo "Il vaccino: in Umbria meno?"

Commenti

Nome: Costanza
Commento: Non risponderà nessuno, nemmeno l'opposizione in regione e nei comuni perché se il rapporto sanitari pubblici popolazione in Umbria è il più basso è anche loro responsabilità

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5794491