26/09/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Altro che ospedale da campo...

Altro che ospedale da campo...
Per ora solo una tenda in un campo: gli ospedali devono funzionare e li fanno funzionare medici e infermieri. Intanto l'Umbria rischia di diventare "zona rossa", come dovrebbe diventare il volto di chi si è messo in posa a inaugurarlo

 


Ad allestire un ospedale da campo con i soldi degli altri, il lavoro di altri e mettersi in posa per le fotografie il giorno dell'inaugurazione sono capaci tutti.

Anche se sei un sindaco che passerà alla storia della sua città per averla resa famosa per il parcheggio selvaggio e maleducato, una Presidente di Regione che da sindaca è riuscita a riempire di buffi i suoi concittadini, un assessore alla sanità scaricato in Umbria dal Veneto, un ex commissario al terremoto in Abruzzo noto per le visite nelle Spa.

Poi però gli ospedali devono funzionare e li fanno funzionare medici e infermieri.

Professionisti con in tasca una laurea e specializzazioni ai quali devi garantire un contratto decente e contratti non precari ma a tempo indeterminato, altrimenti se ne vanno a lavorare nelle regioni che questo gli offrono.

Intanto l'ospedale da campo è solo una tenda in un campo e una parte dell'Umbria rischia di diventare "zona rossa", dello stesso colore del quale dovrebbe diventare il volto di chi si è messo in posa a inaugurarlo.



Perugia, Umbria, Mondo


Inserito sabato 6 febbraio 2021


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5798085