12/04/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Nutrire l'immunità contro Covid 19

Nutrire l'immunità contro Covid 19
Per uscire dall'era pandemica non basteranno le misure di emergenza contro Covid 19, si richiederanno trasformazioni profonde e un riequilibrio delle nostre relazioni con la natura. Un libro di Anna Giulia e Francesco Bottaccioli

Perentorio il giudizio di Anna Giulia e Francesco Bottaccioli, medico internista lei e psicologo neurocognitvo lui, entrambi studiosi di Psiconeuroendocrinoimmunologia: “Per uscire dall'era pandemica non basteranno le misure di emergenza contro Covid 19, si richiederanno trasformazioni profonde e un riequilibrio delle nostre relazioni con la natura”.

Il libro “NUTRIRE L'IMMUNITA' CONTRO COVID 19. INTEGRARE LA CURA. CAMBIARE LA SANITA’” (Edra edizioni) offre una visione a lungo termine sul cambiamento radicale dei modelli di cura. Ci guida un antico proverbio cinese:  “Se sei preoccupato per il prossimo anno, semina il grano. Se sei preoccupato per i prossimi cento anni, educa”. La pubblicazione, fresca di stampa, vuole fornire elementi per contrastare nel migliore dei modi l'attuale fase di pandemia presentando dati e considerazioni sui fattori che ne sono alla base.

Per affrontare la crisi catastrofica attuale occorre utilizzare anche i fattori individuali, sociali e ambientali che condizionano la resistenza delle persone all'infezione. Le varianti inglese e sud africana ci dicono della capacità di adattamento del virus. Il rischio di una destabilizzazione psicologica di massa diviene alto. Per questo è necessario riequilibrare la comunicazione, inserire la vaccinazione in una strategia di lungo periodo che non potrà però imperniarsi solo su mascherine e confinamento.

Mai teneri con i sistemi autoritari, gli autori si chiedono come mai la Cina, il Paese dove tutto è iniziato, vive da molti mesi una fase di tranquillità. I focolai che si creano trovano una forte ed efficace risposta. La marcia in più messa in campo dalle autorità cinesi è stata l'integrazione delle cure. La medicina scientifica e i suoi farmaci si sono combinati con l'antica medicina cinese. La loro applicazione massiccia ha funzionato sia in prevenzione che nei sintomatici a casa e negli ospedali.

Alcuni capitoli specifici del libro si fermano proprio a riflettere sulla nutrizione e sulla gestione della tensione, sulle terapie farmacologiche e integrate. Coraggio e creatività raccomandano gli autori nella non rinviabile riforma della sanità, “basata sulla integrazione della psicologia e della medicina” e nella lotta contro l’inquinamento e le diseguaglianze sociali, fattori di indebolimento del sistema immunitario.



Giorgio Filippi


Inserito mercoledì 10 marzo 2021


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5578418