19/08/2022
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Letterina tal Bambino

Letterina tal Bambino
...i signori de la terra la smettésson de fà guerra; facce arcomparì romizzio o almen dacce 'n indizzio: ma p'arfà sto mondo sano tocca che ciarmetti mano!

(vignetta di Ulderico Sbarra)

I' te scrivo, 'l mi' Bambino
che contenti 'gni freghino,
te prometto d'esse bono,
de nun fà più 'l birbacciono,

nun bastigno, 'n vo a gattone,
'n bevo manco a gargalone,
ma te prego per Natale
de portamme sti rigale:

i signori de la terra
la smettésson de fà guerra;
la giustizzia p'i poretti
e chi vole 'l pan se 'l fietti;

fà finì sta malatia
e sto virus gisse via,
ch'èn do anni che ciappesta,
nun se pol manco fà festa;

che ce desse sto governo
luce e gasse pe l'inverno, 
e le tasse tai più ricchi,
j'evasor che fònn'i micchi;

basta morti sui lavore,
donne uccis' per falso amore;
salvaguàrdece l'ambiente,
del cimento mejo niente;

tu ntla greppia ce se' nato,
ma ta chi ce s'è aventato
p'aricchisse e comandà
tu armànd'l'a lavorà;
 
qualca idea ta j'asessori
dal cervello i nisse fori,
e facéssono qualcosa
anco si j'è fatigosa;

facce arcomparì romizzio
o almen dacce 'n indizzio
che nunn'è cadu'ddal pero
ma fa 'l sindaco davero...

Sì, lo so, caro Gesù,
che te chiedo troppo e più,
ma p'arfà sto mondo sano
tocca che ciarmetti mano!




il Bartoccio

Inserito venerdì 24 dicembre 2021


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 6223656