23/06/2024
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Il centro privatizzato

Il centro privatizzato
I tavolini all'aperto ormai somigliano sempre più a locali chiusi, coperti, con un solo ingresso per i clienti. Chi non è cliente è escluso. Il suolo pubblico dunque non è più pubblico: è privatizzato

Dopo il periodo della pandemia, si pensava che l'esplosione di "dehors" sarebbe rientrata nella normalità: ma non è andata così.

Tutte le vie del centro sono ormai capillarmente occupate da insediamenti di bar, ristoranti e pizzerie, che ormai sono diventati il vero panorama della città.

Non solo rimane poco spazio per i pedoni, ma persino i mezzi pubblici stentano a trovare un passaggio.

Ma la cosa più inquietante è che i gruppi di tavolini all'aperto sono stabilmente chiusi da fioriere, pannelli, divisori di tutti i tipi, che impediscono ai passanti di (appunto) passare.

I tavolini all'aperto ormai somigliano sempre più a locali chiusi, coperti, con un solo ingresso per i clienti. Chi non è cliente è escluso.

Il suolo pubblico dunque non è più pubblico: è privatizzato





Inserito giovedì 18 agosto 2022


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 7089539