26/05/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Salutiamo con attesa l’elezione a Sindaco di Perugia di Wladimiro Boccali

Salutiamo con attesa l’elezione a Sindaco di Perugia di Wladimiro Boccali
Non gli sarà facile realizzare quella forte discontinuità che molti si aspettano

Salutiamo con attesa l’elezione a Sindaco di Perugia di Wladimiro Boccali e gli inviamo auguri di buon lavoro. Ne avrà bisogno perché non gli sarà facile realizzare quella forte discontinuità che molti si aspettano. Non sarà facile, a nostro avviso, perché i risultati elettorali non sono quelli di cinque anni fa.

La maggioranza c’è, però, non è schiacciante al punto da mettere al riparo il governo cittadino dalle divisioni interne, i ricatti dei partiti minori presenti nella coalizione, che adesso richiedono spazi e visibilità, come sempre.

Del resto il vecchio sistema del riciclaggio ha un'altra volta dato i suoi frutti e alcuni personaggi sono riusciti a mantenere un’ occupazione del potere fine a se stesso. Già le ipotesi giornalistiche sulla formazione della nuova giunta prevedono riproposizioni in continuità con il passato soprattutto da parte di rappresentanze politiche  vecchie e minoritarie. C’è da augurarsi che anche all’interno del partito di maggioranza relativa non si verifichino i soliti meccanismi, come le rese dei conti, e vendette più personali che politiche.

C’è bisogno che quelle forze nuove e motivate, che pure esistono possano essere fatte emergere. Per quanto ci riguarda da parte nostra c’è la massima disponibilità ad un confronto attento, ma anche critico. Ribadiamo le nostre idee che vanno dal superamento del consumo del territorio con le cementificazioni selvagge, contro le pressione esterne che condizionano il governo cittadino, dall’incremento del servizio della mobilità pubblica per il superamento dell’inquinamento atmosferico legato all’uso del mezzo privato, la trasparenza degli atti amministrativi attraverso la partecipazione sostanziale del cittadino, il riconoscimento dei diritti di cittadinanza soprattutto per i soggetti deboli e svantaggiati, per un sistema  che dia sicurezza, combatta contro la piaga delle tossicodipendenze, le infiltrazioni mafiose e tutti i fenomeni di disgregazione sociale, contro la politica delle grandi opere, la realizzazione di impianti che non rispettino il principio di precauzione e le nuove infrastrutture stradali, per la vera valorizzazione del bacino idrografico del Tevere…

Insomma partendo dalle criticità già elencate nella nostra “Raccolta di Appunti” sull’operato dell’Amministrazione Comunale nell’ultimo quinquennio e che ancora oggi attendono di essere affrontate concretamente.

Adesso il primo atto ci auguriamo che sia la nomina di un assessore all’ambiente veramente sensibile, disponibile, convintamente schierato sui principi della sostenibilità ambientale dell’ecosistema urbano.



Legambiente circolo di Perugia

Inserito sabato 13 giugno 2009


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5162766