26/01/2021
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Con la speranza che il futuro ci aiuti a far cadere tutti gli steccati

Con la speranza che il futuro ci aiuti a far cadere tutti gli steccati
Perché il Natale si trasformi...


Perché, 'camminando' 'liberamente', ovunque, nel mondo, non vi siano più violente, pretestuose, arroganti, abusive, perfide, egoistiche, antilibertarie barriere, siano esse reticolati, cavalli di Frisia, fili spinati, recinti, muri e muri e muri.
Perché il Natale si trasformi da una festa di pochi e dei più ricchi, da una festa ipocrita e consumista, da una festività mirata e forzata, ad un giorno di comunione dei beni e perché si trasformi in una giornata di festa che ognuno festeggia con la propria fede o con la propria umanità e socialità, indipendentemente da rozze, brutali e false contrapposizioni e contrasti del tutto falsificati.
Parodiando un vecchio motivo di un cantatutore da me stimato:  ... perché a Natale si sta tutti a casa (e la casa è il mondo intero: 'nostra patria è il mondo intero', 'nostra legge la libertà', in ogni senso intesa, pur nel rispettto dell'altro, degli altri) a mangiare e bere, a sentirsi parlare... con dolcezza, affetto, tenerezza, speranza, amore ma con uno sguardo attento e sincero non soltanto verso e dentro noi stessi ed i nostri cari più vicini, bensì, e soprattutto, verso chi ne ha forse più bisogno di noi.

 Con la speranza che il futuro ci aiuti a far cadere tutti gli steccati.doc

 Un Nuovo Racconto di Natale.pdf

Ringrazio Angelo S. e Franco C. per gli allegati pervenutemi e che con affetto e stima vi giro.
 



Daniele Crotti

Inserito mercoledì 22 dicembre 2010


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5468479