02/06/2020
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Sig.ra Presidente, faccia a Perugia quello che ha detto a Roma

Sig.ra Presidente, faccia a Perugia quello che ha detto a Roma
Presidente Marini, mi faccia continuare a credere che i valori delle donne che ieri erano in piazza, sono anche i Suoi!


Continuano le polemiche e le discussioni dopo il discorso della Presidente Catiuscia Marini sul palco della manifestazione Se non ora, quando del 13 febbraio a Roma. Ricordiamo, oltre alle frecciate del commentatore "Ciu en lai", la nota (pubblicata sulla Tramontana): Le tre (in)coerenze della Presidente Marini, vedi http://www.latramontanaperugia.it/articolo.asp?id=2900, del Coordinatore  regionale di Sinistra Ecologia Libertà Umbria, Luigi Bori.
Qui pubblichiamo uno scambio di lettere tra una partecipante alla manifestazione e la stessa Presidente Marini.


Gentile sig.ra Marini,
         ero ieri a Roma, al seguito della delegazione dello SPI-CGIL, per partecipare alla esaltante manifestazione in difesa della dignità della donna, ed ho avuto modo di ascoltare e di apprezzare il suo intervento; mi è piaciuto molto, in particolare, il passaggio in cui lei sosteneva, con giusto orgoglio, che proprio in quanto donna, consapevole ben più di tanti suoi colleghi maschi dei diritti e dei doveri verso la comunità di un funzionario pubblico, il suo impegno è stato, è e sarà sempre quello di servire la cosa pubblica al di là di ogni interesse personale e di partito e nell'interesse esclusivo delle esigenze della comunità che deve amministrare.

 Eppure, nello stesso giorno di ieri io umbra leggo sul Corriere dell'Umbria l'editoriale del direttore Anna Mossuto a proposito dei "tagli veri e presunti" della sua giunta in funzione del nuovo "modello organizzativo della Regione", apprendendo con costernazione(a conferma, peraltro, di notizie che avevo già sentito!) di tagli solo formali che in realtà peggiorerebbero l'aggravio economico alla voce "stipendi" dei direttori generali (e delle "nuove" figure dei "coordinatori d 'area"), degli artifici numerici che, gattopardescamente, cambierebbero tutto senza cambiare niente, di illustri pensionati recuperati come consulenti; con stipendi d'oro che un comune onesto lavoratore di questa stessa regione potrebbe solo sognare!
 Si tratta forse di esternazioni, tutte da verificare, da parte di un giornale a lei ostile? - O di manovre subdole dell'opposizione politica?

 Non mi interessa molto in verità. - Solo, non vorrei dover sentire che la sinistra, in fondo, quando governa si comporta nello stesso modo di tutti gli altri politici (cosa già triste in sé!), non vorrei dovermi impegnare nella difesa di valori, per i quali sempre a sinistra abbiamo combattuto, che poi, all'atto pratico, sembrerebbero così clamorosamente traditi.

 Concludo: ieri, sul palco, ho sentito la rivendicazione di una cultura femminile che finalmente potrebbe rovesciare la controcultura di tutti i berlusconismi e di tutte le prime repubbliche.
Presidente Marini, mi faccia continuare a credere che i miei valori, i valori delle donne che ieri erano in piazza, sono anche i Suoi!.

 Le auguro, con sincera cordialità, un ottimo lavoro.

Luisa Lattes

Perugia, 14 Feb 2011

Ed ecco la risposta della Presidente Marini:

Gentile signora Luisa, la ringrazio per la sua lunga e significativa lettera.
La ringrazio perche mi da modo di chiarire: vorrei prima di tutto precisare che la riorganizzazione delle figure apicali di direzione si e' posta per meglio svolgere le funzioni di programmazione e attuazione dell' ente regione. In secondo luogo la scelta e' stata effettuata tra dirigenti gia' in servizio presso la Regione e pertanto gia percettori di reddito quali dirigenti. Complessivamente comunque la Regione ha ridotto la spesa di circa 100.000 euro, non tale certo da compensare un taglio di 93 milioni del governo ma un segnale per indicare che sulla parte discrezionale di indennita' la giunta regionale ha voluto dare un segnale per il contesto che stiamo vivendo.
Sono abituata alla trasparenza. Buona giornata.
Catiuscia Marini
 15 Feb 2011




Inserito domenica 20 febbraio 2011


Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 5171689