20/03/2019
direttore Renzo Zuccherini

Home >> Cosa vuol dire pubblicare la risposta ad una lettera non pubblicata?

Cosa vuol dire pubblicare la risposta ad una lettera non pubblicata?
I lettori di Messaggero, Nazione e Corriere dell'Umbria hanno letto la risposta di una persona ad una lettera che non gli era stata inviata, senza che gli fosse stata data la possibilità di leggere la lettera che quella risposta aveva provocato

Spettabile Redazione,
volevo ringraziarvi per aver pubblicato la lettera che ho inviato al Presidente Nazionale di Italia nostra (http://www.latramontanaperugia.it/articolo.asp?id=7004).

Devo aver scritto considerazioni risuonate sgradevoli al conformistico mondo editoriale locale, tanto è vero che non hanno pubblicato la mia lettera. Eppure oggi (3 maggio) sia La Nazione Umbria, che il Corriere dell'Umbria che il Messaggero Umbria riportano la lunga piccata difesa del Presidente di Italia Nostra Perugia che ricordo come attivo esponente di Italia Nostra.

Già in sé che risponda non la persona a cui la lettera era inviata, ma un'altra, è curioso. Lo è ancora di più se si tiene conto che nessuno dei tre giornali citati ha pubblicato con lo stesso rilievo la lettera che gli avevo inviata come l'avevo spedita a voi. Ad essere precisi non l'hanno pubblicata per niente.

In parole povere i lettori di Messaggero, Nazione e Corriere dell'Umbria hanno letto la risposta di una persona ad una lettera che non gli era stata inviata, senza che gli fosse stata data la possibilità di leggere la lettera che quella risposta aveva provocato.

Se questo è il giornalismo umbro siamo proprio messi male.

Paolo Benedetti 

Vi invio, per conoscenza, la lettera che ho inviato alla direttrice del Corriere dell'Umbria dopo aver letto un'intervista nella quale rispondeva alla mia lettera senza che il Corriere avesse fatto leggere ai suoi lettori la mia lettera con lo stesso risalto.

 
Carissima direttrice,

stamattina ho letto sul Corriere dell'Umbria il Presidente cittadino di Italia Nostra, noto per essere esponente di Forza Italia, che intervistato da Sabelli Fioretti risponde, nell'ampio spazio che gli avete riservato, ad una mia lettera che per conoscenza vi avevo inviato. Lettera che voi avevate ignorato non dando ai vostri elettori  la possibilità di leggere - o precedentemente o nello stesso numero del giornale - le miei opinioni. E la cosa mi sembra molto scorretta.
Per giustificare questa scorrettezza l'estensore dell'articolo scrive che la mia lettera sia stata indirizzata a Fressoia. E' falso. L'ho inviata al Presidente nazionale di Italia nostra, non a quello cittadino, e se volevate farmi rispondere dovevate eventualmente sentire lui, naturalmente sempre facendo conoscere prima ai vostri lettori la lettera che gli avevo inviato.
C'è un'altra cosa che vorrei lei notasse. Continuate a parlare di negozio Nestlè Perugina. Ma se è così perché dalla Nestlè non è uscito un comunicato? È sicura, direttrice, che la Nestlè voglia essere impelagata in questa storia? Sicura che non voglia tirarsi indietro? Ecco un'indagine che sarebbe da fare. Ma non la faccia fare da quella giornalista che fa interviste pro domo Guarducci. Mandi un giornalista con la schiena dritta a chiedere notizie non a Guarducci, o al Cardinale Bassetti o a Fressoia, lo mandi dai dirigenti nazionali della Nestlè.
 Paolo Benedetti



Paolo Benedetti

Inserito sabato 4 giugno 2016


Commenta l'articolo "Cosa vuol dire pubblicare la risposta ad una lettera non pubblicata?"

Commenti

Nome: Alessio Relli
Commento: Vedo che Sabelli Fioretti torna sull'argomento Logge come pisciatoio. Evidentemente lei, come gli altri, non ha altro argomento da addurre. Vorrei far notare che se è così è ovvio che la prima respondabilità è dei maleducati che lo fanno, poi però ne vengono altre che Sabelli Fioretti si guarda bene dall'elencare e sono quelle dell'Arcivescovo come tutore e custode del luogo, poi c'è il sindaco e l'assessore all'ambiente come responsabili dell'igiene cittadina, poi la Soprintendenza che deve proteggere un bene così prezioso come il quadrato delle Logge, ed infine la Comandante ed i vigili urbani che non sono mai dove dovrebbero essere. Si sarà ricordata di far notare queste responsabilità nell'articolo in questione?

Nome: Costanza Ciabatti
Commento: Gentile Sabelli Fioretti, capita di prendere una cantonata. In questo caso credo che lei non c'entri nulla perché voglio sperare che lei nemmeno sapesse che un cittadino avesse scritto ad Italia Nostra nazionale. Però la notizia è questa: il Corriere dell'Umbria riceve per conoscenza una lettera e non la pubblica, poi pubblica la replica di uno che nemmeno era stato chiamato in causa. E per non farla apparire tale si camuffa la replica in un articolo. Per me questo non è buon giornalismo

Nome: Andrea Misiani
Commento: Gentile Anna Lia Sabelli Fioretti, se Paolo Benedetti invia una lettera al presidente nazionale di Italia Nostra e per conoscenza al Corriere dell'Umbria sarebbe buona cosa che, dopo aver pubblicato la lettera, si dia diritto di replica al destinatario. Invece il giornale dove lavora da trent'anni a firma Sabelli Fioretti ha pubblicato la replica del presidente perugino di Italia Nostra che nemmeno era stato chiamato in causa. Alla luce dei suoi trent'anni di professione le sempre un modo corretto di operare? A me per niente. Approfitto per chiederle se la sua direttrice l'avesse informata della lettera inviata da Paolo Benedetti ad Italia Nostra nazionale.

Nome: Giap
Commento: Cara Sabelli Fioretti, Non pubblicare una lettera inviata ad un quotidiano è legittimo, trovo che sia pessimo giornalismo dare ampio spazio alla replica a questa lettera senza nemmeno spiegare che tale è

Nome: paolo Benedetti
Commento: Io scrivo pro domo logge e non prodo Umbria grida terra. Ho una certa età, sto a casa ed ogni tanto quando non ne posso più scrivo. E' così che scrissi al Presidente nazionale di Italia Nostra inviandola ai quotidiani. Lettera che l'hanno ignorata per poi dare ampio spazio alla piccata e velenosetta replica di Italia nostra di Perugia. A me pubblicare la risposta ad una lettera inviata da un altro senza specificare che fosse la risposta a quella lettera e senza pubblicarla per farla conoscere ai lettori e consentirgli di farsi un'opinione non mi pare buon giornalismo. Detto senza rancore. Chiedo scusa se l'ho offesa

Nome: ANNA LIA SABELLI FIORETTI
Commento: Sono la giornalista che, secondo quanto dice il signor Paolo Benedetti, in una lettera inviata alla direttrice del Corriere dell'Umbria, il giornale in cui lavoro da più di 30 anni, fa le interviste "pro domo Eugenio" Guarducci, lettera poi resa pubblica su La Tramontana. Sono la giornalista che, sempre a suo avviso, lavora con la schiena curva e non va a sentire l'opinione delle persone giuste nella "vexata questio" del choco-bar sotto le Logge di Braccio. Al di là delle offese (ma del resto quello di sparare sui giornalisti è ormai uno sport nazionale) la cosa che mi spinge a replicare è la disinformazione del signor Benedetti. Per prima quella più tecnica e marginale sull'articolo incriminato, definito da lui una "intervista a Fressoia" mentre invece, come si evince leggendo l'articolo, è un articolo dedicato alla replica del Presidente umbro di Italia Nostra, probabilmente su incarico dal Presidente Nazionale, alla lettera indirizzata da Benedetti all'Associazione Ambientalista, replica che Italia Nostra ha voluto rendere pubblica chiarendo in tal modo in via definitiva la propria posizione nei confronti di una questione che ha visto scendere in campo fautori ed oppositori. Basta leggere bene l'articolo per vedere che non ci sono le classiche domande e risposte ma solo stralci di una missiva riportati rigorosamente tra virgolette. Per quanto invece attiene il "pro domo Guarducci" che mi riguarda direttamente debbo invece sottolineare la disattenzione del cittadino Benedetti, che probabilmente legge a singhiozzo il giornale oppure legge solo le cose che gli fanno comodo, perché in data 9 maggio scorso, una domenica piovigginosa, alle 15, ero seduta davanti al Duomo per il sit in di Umbria Grida Terra, sul quale ho poi scritto un lungo articolo (a chi non l'avesse letto posso mandarlo) dove ho riportato parola per parola tutto quello che i membri del Gruppo e cittadini presenti hanno detto e spiegato contro la realizzazione del chocobar sotto le Logge. L'equidistanza è il mio modo di lavorare, riporto fatti e dichiarazioni restando nei confini della pura cronaca, senza commenti. E quando scriviamo un'opinione il mio giornale lo sottolinea sempre con una testatina sopra il titolo. Sull'argomento in questione, su mandato del giornale, ho scritto solo un altro articolo, quella volta sì era un'intervista , con il direttore di Umbria Jazz Carlo Pagnotta, nemico dichiarato di Eurochocolate, che ha voluto difendere la realizzazione del bar cioccolateria in un luogo da lui definito "pisciatoio". Alla luce di tutto questo penso sia legittimo il sospetto che il signor Benedetti possa essere lui un cittadino che scrive lettere, a Italia Nostra e al Corriere "pro domo Umbria Grida Terra". Senza rancore Anna Lia Sabelli Fioretti

Nome: Serena Fatti
Commento: Effettivamente mentre all'inizio sbandieravano che sarebbe stato un negozio bar Nestè Perugina ora non lo dicono più

Nome: Dori Verdi
Commento: Nell'editoriale di oggi Scalfari ricorda ciò che Papa Francesco ha detto pochi giorni fa a dei giuristi: "la Chiesa deve schierarsi politicamente affinché la politica sostenga il bene comune, l’interesse generale ..."

Nome: Carla Lolli
Commento: Normalissima amministrazione in un Paese con una stampa come la nostra

Nome: Giuseppe Gigli
Commento: Semplice. Cosa hanno fatto? Hanno ricevuto una lettera. Gli è arrivata la nota di risposta di Italia Nostra di Perugia evidentemente informata dal Presidente nazionale ed i giornali locali hanno trasfromato la risposta in un'intervista, o in un articolo. Tanto i loro lettori che ne sapevano della lettera al Presidente nazionale di Italia nostra?

Nome: francesco giulietti
Commento: Semplice conformismo della stampa. Spero che i diretti interessati vi leggano

Nome: Giap
Commento: Già! Perché la Nestlè non dice niente

Redazione "La Tramontana"- e-mail info@latramontanaperugia.it
Sei la visitatrice / il visitatore n: 4542153